Le carte da gioco…origini, prima parte

carte origini

Nessuno può con assoluta certezza dire quale sia l’origine delle carte da gioco e di conseguenza dei giochi delle carte. Di certo è dato sapere che le prime carte comparvero in Oriente (in Cina o in India o forse Corea), pare prevalentemente a scopo divinatorio e poi anche passatempo per bambini. Di qui arrivarono in Europa, più precisamente in Spagna e in Sicilia alla fine del XIV secolo a seguito dei conquistatori arabi e dei crociati. Rapidamente le carte si diffusero poi per tutta l’Europa in forme figurate regionali e in un’enorme varietà di iconografie.

Parlando di carte da gioco vi ricordiamo di visitare tutta la nostra pagina dedicata ai casino online non aams con molta recensione scritte da noi e ricchi bonus di benvenuto.

Anzitutto i Tarocchi, che alcuni ritengono carte a sé stanti e anzi fanno risalire alla divinazione egizia: 78 carte complessive divise in 4 semi cioè danari, coppe, bastoni e spade. La raffigurazione dei semi, secondo certe interpretazioni, sono fatte risalire all’antica India, dove si trovano raffigurazioni di Siva con la moglie Devi mentre reggono nelle quattro mani una coppa, una spada, un bastone e una moneta. Altre fonti interpretano i quattro semi come le principali classi sociali, più precisamente: le coppe il clero, i bastoni la plebe, i denari il ceto abbiente e le spade i soldati. A ciascuno dei quattro semi corrispondono 10 carte in sequenza più 4 figure (fante, cavallo, donna e re) e 22 carte figurate caratteristiche, i Tarocchi appunto, che sono numerati dallo zero al ventuno, per lo più la figura intera nei divinatori marsigliesi, bifronti in quelli italiani.

Ovviamente nei nostri casinò online troverete una grandissima quantità di giochi con le carte e i classici giochi d’azzardo, così chiamati ormai da molto tempo.

Nei cosiddetti mazzi regionali le tipiche interpretazioni dei semi sono per i mazzi tedesco-austriaci ghiande-fiori, foglie-picche, scudi-cuori, campanelli-quadri e per quelli ispano-italiani coppe, ori o denari, bastoni e spade, in genere di 32 o 40 carte con tre figure solamente maschili (fante, cavallo e re). Durante il Rinascimento si fondono a queste tipologie i semi francesi, ovvero cuori, quadri, fiori, picche e il mazzo inglese (pare con un jolly) che danno così origine all’attuale mazzo classico di 52 carte, che è definito francese o da Bridge, in cui compare la figura femminile della donna al posto del cavallo. Questo è il mazzo ormai universale usato come riferimento per tutti i giochi con le carte: quattro semi, due rossi e due neri, di dieci carte numerate agli angoli e tre figure a due teste (Jack o Valet o Bube, Queen o Dame, King o Roi o Koening).

Andate a visitare alcune delle nostre migliori recensioni dei casino online presenti dentro il nostro sito.

Dopo il Rinascimento, di pari passo all’enorme sviluppo dei mazzi di carte, esplodono in tutto il mondo occidentale una miriade di giochi che utilizzano le carte non più come mezzo divinatorio ma come svago o gioco d’azzardo, al punto che, in alcuni periodi, molte forme di gioco ritenute socialmente pericolose e addirittura la produzione e vendita degli stessi mazzi vengono proibite dalle autorità.

Fonte: “Enciclopedia delle Carte” di Farina&Lamberto 

Oltre alla sezione dedicata ai casino online non aams, non dimenticatevi di seguire tutte le nostre quote online per i vari eventi di questi giorni, cosi da continuare con le vostre scommesse online.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram

Ultime News

martina navratilova
Tennis: Martina Navratilova quote e fuga per la vittoria
di maria
Calciomercato: news, quote e scommesse
leclerc baku
Formula 1: a Baku trionfa Verstappen, disastro Ferrari
lukaku1
Calciomercato: Inter, Milan, Juventus, aperte danze e quote online
suarez
Scommesse Calciomercato e trattative
Scommessa del giorno
14 Giugno 2022
Germania - Italia
Segno: XQuota: 3,80
Inghilterra - Ungheria
Segno: X Quota: 5,50
Olanda - Galles
Segno: 1Quota: 1,35
Polonia - Belgio
Segno: 2Quota: 2,16
Quota Finale 61,13
VAI ALLA SCHEDINA
Scommetti con le migliori quote