Origini del Pallone d’Oro – Parte 1

pallone doro

Il Pallone d’Oro ebbe la sua prima apparizione nel lontano 1956, per mano della rivista francese France Football, grazie all’ex calciatore e giornalista Gabriel Hanot, coadiuvato da altri colleghi come: Jacques Goddet, Jacques de Ryswick e Jacques Ferran. Lo scopo di questo premio era quello di eleggere il calciatore europeo più forte, tramite i vari voti della stampa. Il primo vincitore fu Stanley Matthews, inglese e militante del Blackpool.

Dalla sua istituzione e fino al 1994, il regolamento di questo premio, imponeva che il vincitore doveva essere esclusivamente di nazionalità europea e sporadicamente si derogarono delle eccezioni con gli oriundi, come Omar Sivori e Alfredo Di Stefano, che vinsero il trofeo nel 1959 e ancora prima nel 1957, rispettivamente con Juventus e Real Madrid. Certo immaginatevi all’epoca se ci fossero stati pronostici o quote online

Nonostante questo paletto geografico e la mancanza di un riconoscimento ufficiale, il Pallone d’oro divenne comunque il trofeo individuale nel mondo del calcio.

In questi anni, furono iscritti nell’albo molti giocatori olandesi Johan Cruyff, con Ajax e Barcellona, Marco van Basten, ovviamente con il Milan è Michel Platini, sicuramente il francese più famoso ad aver vestito la maglia della Juventus, che vinse il Pallone d’oro addirittura per tre anni di seguito, ’83, ’84,’85. Stesso numero di vittorie anche per i due campioni citati sopra.

Unica invece la vittoria di un portiere, che arrivò nel 1963 da parte di Lev Jasin, russo della Dinamo Mosca.

Dal 1995 ci fu un cambiamento epocale, ovvero il Pallone d’oro aprì le frontiere anche ai giocatori extraeuropei. Proprio in quell’anno, infatti, il premio fu assegnato al liberiano George Weah del Milan.

L’edizione del 1997 invece, fu la prima a vedere assegnare il premio al primo sudamericano, esclusi i due oriundi citati prima; infatti, il vincitore di quell’anno si chiama Ronaldo e giocava nell’Inter.

In tutti questi anni però, ci fu sempre un’aspra competizione mediatica tra il Pallone d’oro di France Footbal e il FIFA World Player of the Year, riconoscimento nato nel 1991 dalla FIFA, nato per dare un valore ufficiale al titolo di miglior giocatore, tramite i voti dei capitani delle nazionali e dei commissari tecnici, nonché dei rappresentanti del FIFPro. Mossa comunque non perfettamente riuscita dalla FIFA, nell’immaginario collettivo, il Pallone d’oro continua ad essere considerato il trofeo di riferimento un po’ per tutti.

Così nel 2010 i due riconoscimenti vennero fusi, per levare ogni forma di dualismo, creando così il Pallone d’oro FIFA.

All’inizio del 21esimo secolo iniziarono poi ad apparire sull’albo d’oro i due mostri sacri degli ultimi 12 anni, ovvero Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, vincitori di ben 12 Palloni d’oro in due; 7 per l’Argentino e 5 per il Portoghese. Messi inoltre detiene il record di 4 vittorie consecutive, dal 2009 al 2012, scusate se è poco direi! In quegli anni, infatti, quasi non c’erano più quote e pronostici per piazzare le vostre scommesse online.

Nonostante tutto però, il Pallone d’oro FIFA, non fu amato dalla maggioranza degli addetti ai lavori e non solo. Esso, infatti, prese molte critiche inerenti alle modalità di scelta del vincitore. Perché si, è vero che il vincitore prendeva i voti da allenatori e capitani, ma a volte delle scelte venivano percepite più come mosse di marketing, che come reale valore sportivo del calciatore.

In tal senso la confederazione europea nel 2011, promosse un nuovo premio, l’UEFA Best Player in Europe Award, cercando così di tornare al vecchio spirito del Pallone d’oro.

Fine prima parte…

Lo staff di www.scommessenon-aams.con vi ringrazia come sempre e vi dà appuntamento alla seconda parte di questo articolo.

Ricordandovi di visitare dal nostro portale con i migliori siti di scommesse online non aams/ADM, dove potrete sempre trovare le quote online più alte del web con bonus benvenuto ai massimi livelli.

Quindi sotto con il vostro betting online sui nostri bookmark e buone scommesse a tutti.

Ti piace? Condividi con i tuoi amici
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on telegram
Telegram
Scommessa del giorno
23 Gennaio 2022
Spezia - Sampdoria
Segno: 2Quota: 2,70
Torino - Sassuolo
Segno: Over 3.5Quota: 2,30
Empoli - Roma
Segno: Over 4.5Quota: 3,51
Milan - Juventus
Segno: XQuota: 3,15
Quota Finale 68,66
VAI ALLA SCHEDINA
migliori quote calcio
Scommetti con le migliori quote